Straordinariamente

By | Pensiero | commenti

È mentre cammino, in cucina, a piedi nudi, attento a non calpestare le linee tra le mattonelle del pavimento che ti vedo impegnata a fare troppe cose tutte assieme. Le conto e viene fuori un numero esagerato, troppo grande perfino le tue non comuni capacità. All’inizio non ci voglio credere ma un poco alla volta, mi accorgo che lo scopo reale di questa tua attività, è quello di distrarti per qualche istante da me; è lì in quel preciso momento in cui ti lascio, curioso, fare quello che sembra tu voglia, che mi ricordo del tempo. Provo a contare il numero dei giorni che sono passati dall’ultima volta e sobbalzo, ma ancora di più mi scuote il senso di vuoto che tutto questo spazio occupa. Ho perso un battito e un respiro, si accoppiano perfetti solo in questo momento. Non lo potevo immaginare, rimango così sospeso sul bordo di una…

Read More
sogno

Sogno

By | Poesia | commenti

È poi, lunedì. La fila dei giorni. Attesa che torni. L’aspetto là in fondo, perché non è qui. E questa è misura, che poi è un lontano. In questa distanza scrivi una parola. Per ogni mattina ne voglio una sola. La linea che forma, è un tratto di mano. Una, sospesa. Spremuta ogni notte mentre ci separa. Che dica di te e ci interroghi avara. Misteriosa però, che non faccia sorpresa. Lasciala partire, via. Come se il suono non fosse più tuo. Il soffio di un dio tu pensalo suo. Il ritorno sarà, assieme alla mia. E porterà lacrima, assieme un sorriso. Amara e di cuore. Di gioia e splendore. Che scende, e ti illumina il viso. Lo so, non è facile. Così inizio io. Racconto di te una parola dal mio. Imparo si sa, è meno difficile.

Read More
10006091_429386017205963_6286330607528591547_o

Il libro che ti salva la vita

By | Libri | commenti

Tu, si, tu che stai leggendo, sai qual è la differenza tra un comportamento sicuro ed uno potenzialmente rischioso? Se invece ti dico a bruciapelo: “Sicurezza”, cosa ti viene in mente? Ti è mai capitato di dovere affrontare un cambiamento nelle tue abitudini, nei tuoi modi di fare, magari cercando proprio di contrastare le tue attitudini? Hai mai fatto finta di niente o girato la testa dall’altra parte dopo aver visto un piccolo incidente (o anche un mancato incidente)? Cosa mangi di solito la sera? E fumi? Bevi? Godi di una certa influenza su qualche persona vicina a te, un amico, un collega, un familiare? Ti sei mai preso un impegno nei confronti di qualcuno o di qualcosa? Si percepisce nel racconto di chi si è fermato a riflettere su tutti questi aspetti della salute e sicurezza sul lavoro, l’urgenza di comunicare, di fare sapere, comprendere e capire che c’è…

Read More
iostoconerri

Io sto con Erri De Luca

By | Pensiero | commenti

Il 5 Giugno si terrà a Torino l’udienza preliminare del processo contro lo scrittore Erri De Luca, accusato di “istigazione a delinquere” per aver pubblicamente espresso il proprio dissenso alla realizzazione dell’opera ferroviaria alta velocità Torino-Lione. “Non sono accusato di aver sabotato materialmente, dunque di aver compiuto dei gesti di danneggiamento, ma sono accusato di aver detto delle parole di critica nei confronti del cantiere, quindi di aver detto che va fermato, arrestato, sabotato. Nel campo di imputazione non ci sono i miei atti, ma ci sono le mie parole tra virgolette. Vengono usate quelle come incriminazione, come prova del crimine commesso. Ho commesso per i magistrati il crimine di parola, un crimine che rientra nel reato di opinione. Sono pochi in Italia quelli che possono vantare l’onore di essere incriminati per questo.” Per manifestare il nostro sostegno, difendere la libertà di pensiero e il diritto di opinione nel nostro paese, noi lettori…

Read More
Croce

Croce

By | Pensiero | commenti

Che cos’è questa sensazione di affanno che per anni ha affollato i miei pensieri in questo giorno? Oggi a guardare indietro, mi pare che la parola sia da sempre stata usata prima di tutto come strategia educativa: di certo per quello che la parola dice ma molto di più in quello che essa suscita. E quello che suscita è un enorme, irrisolto e più di ogni altra cosa immotivato, sentimento di colpa. Questo è il peccato originale: imperdonabile a meno di un nuovo battesimo, di un’improbabile resurrezione. Aver instillato chirurgicamente in questa cultura la sensazione di perenne violazione della legge, di un obbligo morale insindacabile, di un precetto ontologicamente giusto, inspiegabilmente sceso dal cielo, è responsabilità di uomini e non di divinità. Uomini che influenzano (e hanno influenzato) le persone attraverso la bacchetta di una rigorosa disciplina auto assolvendosi dal dilemma di una verità vera per tutti scambiata con una menzogna…

Read More

Cuore di pietra

By | Racconto | commenti

C’era un ragazzo di nome Sunday, cresciuto in una famiglia Sikh molto povera dello slum di Dharavi che decise fin da quando era adolescente di divenire un discepolo del maestro Guru Amra. Divenuto maggiorenne, lo cercò e dopo avere scoperto dove si trovava, lo raggiunse in un eremo ai piedi delle montagne del Nepal e lì si stabilì con lui. Sunday era, come tanti ragazzi della sua età, alla ricerca della pura verità. Il giorno che si incontrarono l’allievo non stava nella pelle e, scosso da fremiti, chiese al maestro quale fosse la più grande e unica verità. Il Guru gli indicò un montagna vicina e gli chiese di portargli una pietra dalla vetta. Sunday partì di buon mattino, scalò la montagna, raccolse un bel sasso, né troppo grande, né troppo piccolo e lo riportò alla sera al Guru. Il maestro, presa la pietra la gettò in un angolo senza nemmeno uno sguardo….

Read More
job_act

Job act

By | Pensiero | commenti

È per inciampo che mi avvicino alla tua storia, ma non è forse così ogni volta? Non mi preoccupo di questo. Mi spiazza la certezza che nell’accostarmi io possa essere per te la Storia. E se non riesco, non fosse altro perché non ho provato tutto il possibile; per pigrizia, imperizia, stanchezza, incertezza: muoio. Io. Mi auto-celebro il processo sulla intenzione. Mi condanno: colposo. Se sono bravo, invece, sei salvo. Una donna sorride. Un bimbo corre. Non lo facessi io, ci sarebbe un altro? Chissà. Ma è di me che si sta parlando, ne sono fiero. Dell’impegno e del coraggio. Se manterrai la vita, sulla mia parola, non chiederò altro.

Read More

Senza nessun nome

By | Pensiero | commenti

Sono partito da lontano. Controvento. Trascinato da una vela inferita all’ombelico. Al centro della pancia. Ho provato a sorprenderti, ad emozionarti. Ho fallito, mi pare. È stato forse per la troppa distanza iniziale? Più probabilmente c’ho messo dentro del mio e la scena è inevitabilmente diventata comica. In quel “mio” ci stanno, sapientemente rappresentati, una lunga serie di tentativi maldestri, rozzi e sventati; e così, tu, involontaria testimone di uno spettacolo buffo, ti sarai di certo fatta qualche grassa risata. Come ogni femmina anche solo di un poco più attraente della media locale, sarai stata corteggiata in numerosi e disparati modi, tra i tanti, spero di essere finito almeno sullo sconclusionato podio della imprevedibilità (pagine e biscotti, ma alla fine, poi, si capiva che ti corteggiavo?). Ad ogni giro di giostra, mi sembrava di uscirne con un livido nuovo, e con un rammarico, un qualcosa di mancato: quello di non…

Read More

Girotondo

By | Libri, Pensiero | commenti

Io non sono quello che faccio. Comoda giustificazione di un lavoro che magari non mi piace o di qualche errore, scelte sbagliate da dimenticare. Eppure la società di oggi è tutta orientata di lì. Essa giudica, sentenzia, declama, ed esalta proprio l’azione, il gesto, il fatto. E a giocare come sempre con questa meravigliosa lingua trovi questa migrazione: “il verbo si fece carne”, un verbo diventa nome (se San Giovani non ha nulla da ridire). Dal verbo participio eredita però il tempo al passato, che lo inchioda lì, alla croce dell’essere già esistito. Fatto. Da partecipe diviene così grado di giudizio definitivo: ciò che ho fatto, diventa un fatto e di quello sono (per) sempre chiamato a rispondere. Il passato dell’agire è condanna inappellabile all’immutabilità, il suo presente è invece in divenire, di certo incerto ma vivo, attivo: tuttalpiù se pigro si traveste da aggettivo. Ma se non sono ciò…

Read More
Books
Non si può scrivere senza leggere.