Category

Poesia

Ginepro

By | Poesia | No Comments

Mandami un segno, un rimando, un petalo di rosa. Un raggio di blu. Scollami se puoi da questa vita grigia che nessuno sceglie. È che non sceglie. Balle. Il destino non esiste. Muovo però al ritmo di una musica che mai ascolterei. Burattino negli arti e dei fatti. Quale costrizione? Quale assurda legge o regime mi opprime a ciò? Scuotimi al torpore di uno senza sogno. Che all’Uomo non manca mai. Qual è l’essenza del mio legno? Annusala e ritrovala per me.

Read More

Pioggia

By | Pensiero, Poesia | No Comments

Tra tutte son tante, una goccia nel mare in un giorno qualunque lo sguardo distoglie. Tremava il distacco pur senza radice dal mondo fatato di pesci e conchiglie. Un viaggio ’si breve, varcare la soglia, un passo, uno solo che par non finisce. Eppure là sotto di gocce a milioni la stringono attorno ma è lei che capisce. Che buffo quel balzo nel cielo infinito, lasciar la tua casa per esser dimora. Così quel granello nel vento rapisci per farne una nuvola perché non lo è ancora. Incontro dell’altro, tremendo mistero incorpora un seme che mangi da sposa. Scatena un diluvio tempesta di vita a nutrire la terra di frutti orgogliosa. E piove nei campi, sui prati, sui fiori son lacrime e gioia, nel ferro, un anello. Mistero l’incontro memoria il ricordo da qui tutto parte è il giorno più bello.   A Sara e Gianni

Read More

Esisto, li.

By | Pensiero, Poesia | No Comments

Da dovunque arrivo, vengo ad occupare con lo spazio del mio corpo, un luogo. E mentre tutti lo vedono, lo toccano, lo vivono, nessuno che lo abiti. In quest’aria, tu. Lungo la spiaggia in fila: una spalla, un braccio, il blu. Ecco, questo tempo. Vorrei essere nato qui. E forse lo sono. Di certo è casa mia. Per lo spazio breve di un’esistenza. Per il tempo duro di un’assenza.

Read More

Quattro caramelle

By | Pensiero, Poesia | No Comments

Come biglie di vetro a strofinare conservo schegge intere di un ricordo. In disordine ti incontro e sbando senza macchina né strada. Eppure non uno solo che riaffiora ma luce nuova ammaestra nuove cose. D’allora ho memoria ad occhi chiusi un senso basterebbe a riportarle. Di queste alcune gioie ed altre gemme accolte da un giaciglio di cartone. Che il senso si capisce non è quello e invece è quello a dare a tutto il senso. Di pelle o di giustezza il salto come si nasce è nuvola per l’uomo. Che riempie gli occhi e ti colora i giorni mistero tra i misteri del creato. È di un regalo che qui si sta parlando da fare l’uno all’altro e l’altro all’uno. A dir così sembra non valga niente che a loro guadagnar sembrar non prende. Siccome a più gettar nulla rapisce è ben più dell’oro che c’è da benedire. Ma più…

Read More