Curiosity Killed The Cat

By 23 marzo 2012Pensiero
Sono curioso?
Un tempo sicuramente lo ero. Una valanga di mancate risposte ha spento negli anni quell’impeto.
È colpa delle persone che ho incontrato? Ho sbagliato a caricare di significato certe relazioni? Può essere. Non ne faccio colpa a nessuno e contemporaneamente a tutti.
Se non sono più tanto irrequieto lo devo alla durezza del mondo che scava spazi di domanda dentro di te e poi li lascia vacui di un’attesa senza resa. Non c’è nessuno che ritira il vuoto per il pieno. Di quello spazio rimane la cicatrice, pelle tirata sul tamburo dell’assenza; e nel colpirla, il suono cupo che ne scaturisce mi mette timore.
Ne soffre la vitalità, manca la pazzia del gesto improvviso.
Ma è più saggia l’assenza di curiosità, è meditazione, è pensiero, è mantenimento della specie, è reazionaria.
Se mi piace?
No non mi piace. La conservazione è per me solo per sopravvivenza, extrema ratio.
Ne prendo atto e mi adeguo: serbo per me quei brividi di istinto che ancora guizzano nel mio spirito.
Di chi li saprà cogliere è la chiave che apre tutte le porte.
Evoluzione.

 

Curiosity Killed The Cat – Misfit 

 

Leave a Reply