Qua|lun|quì|smo

By 3 dicembre 2007Pensiero
“Atteggiamento caratterizzato da una generica sfiducia nelle istituzioni, nei partiti, nei vari soggetti della politica, veduti come distanti, perniciosi o comunque di disturbo, di intralcio, nell’autonomo perseguimento delle soggettive scelte individuali.”

Una cosa che mi fa letteralmente infuriare è il veder dare alle cose il significato che momentaneamente fa più comodo, in modo da poterlo poi cambiare quando più piace.
Una cosa che invece mi contraddistingue (non da tutti, ovviamente) è la volontà di chiamare le cose con il loro nome, senza “far finta di” o peggio.
Di questo atteggiamento che è sempre sinonimo di schiettezza, a volte di sfrontatezza (per la quale spesso ho pagato personalmente le conseguenze), vado particolarmente fiero.
Ciò che penso dico, ma non dico mai ciò che non penso.
Forse narcisisticamente mi beo dell’esser scomodo o più filantropicamente spero, nel costringer l’uomo a ragionare.
Per quest’ultimo motivo odio il qualunquismo; ma non per la ragione in sé, bensì per il tecnicismo intrinseco che impedisce lo sviluppo del pensiero.

Leave a Reply